Perché un video non giustifica la guerra in Siria

Se il primo caduto è la verità. Perché un video non basta a scatenare una guerra. Il video di un presunto attacco chimico girato e diffuso da un gruppo ribelle jihadista può bastar a scatenare la guerra? Se pensiamo alla storia recente e alle immagini finte o contraddittorie emerse dal caos siriano la risposta può essere soltanto no. Ecco cinque casi d‘autore che c’impongono di dubitare e riflettere anziché seguire chi invita alla guerra contro la Siria di Bashar Assad.

Montaggio di Roberto Di Matteo