L’attacco hacker e quei rapporti a rischio tra Russia-Corea del Nord: cosa può succedere

La partnership tra Russia e Corea del Nord, sempre più solida dopo il sostegno dato da Pyongyang alle manovre di Mosca in Ucraina, rischia di andare in testacoda sullo spionaggio? Questo è quello che avrebbero scoperto i tecnici di SentinelOne, società di sicurezza informatica e attore primario del campo cyber con sede a Mountain View in California, analizzando la presenza di presunte backdoor inserite da gruppi di hacker nordcoreani nei server di Npo Mashinostroyeniya, un’importante azienda produttrice di missili che rifornisce le armate di Vladimir Putin ed è comunemente nota come Npo Mash.