La statua con il burqa

Charlottesville è una cittadina tranquilla, una di quelle costruite in mattoni rossi a fine ottocento e rimaste immutate nel tempo. A turbare la vita di questo piccolo centro è però la statua del generale sudista Robert Lee, che la sinistra americana vorrebbe rimuovere, ritenendola un simbolo razzista. Un progetto contrastato dalla associazioni a difesa della “memoria storica”, che dopo aver ingaggiato una lunga battaglia legale, in queste ore hanno ottenuto un’importante vittoria.

Montaggio di Roberto di Matteo