Chernobyl, gli ultimi liquidatori

Il 26 aprile del 1986, nella centrale atomica di Chernobyl situata in Ucraina, furono inviati da tutta l’Unione Sovietica i cosiddetti “liquidatori”, per contenere il disastro e liquidare le conseguenze dell’incidente. Dal 1986 al 1988 furono mandate 600mila persone e il Kazakistan fornì 60 mila uomini. Di questi oggi ne rimangono vivi solo 3mila. E chi è sopravvissuto racconta lo strazio di quei giorni.

Leggi il reportage completo QUI