Diventa fotoreporter IMPARA DAI PROFESSIONISTI

La campagna vaccinale contro il Covid-19 negli Stati Uniti procede a rilento e rischia di ritrovarsi, ben presto, su un binario morto. La percentuale di popolazione immunizzata in diversi stati del Sud è inferiore alla media nazionale e la situazione è particolarmente preoccupante nelle aree rurali. In Alabama, Louisiana e Mississippi meno del 50 per cento degli adulti ha ricevuto almeno una dose di vaccino contro il Covid ma anche Georgia, Tennessee, Virginia, Carolina del Sud ed altri non sono messi molto meglio. La paura del vaccino, legata ad una sottostima della pandemia oppure al timore di una tecnologia sviluppata molto velocemente, si è rivelata un ostacolo invalicabile per molti. Non hanno aiutato un’infrastruttura sanitaria carente ed il disinteresse mostrato da diversi esponenti politici locali. Il Nord degli Stati Uniti ( e l’Ovest) procedono invece a passo spedito verso la normalità e l’alto tasso di vaccinazione sta contribuendo a ridurre casi, ospedalizzazioni e morti.

Il quadro complessivo

La pandemia può esacerbare le differenze regionali già presenti all’interno degli Stati Uniti con gravi conseguenze sulla tenuta sociale e politica del paese. I dati evidenziano come gli abitanti bianchi delle zone rurali, roccaforti dei Repubblicani, siano più inclini a mostrare resistenze nei confronti del vaccino. Le grandi città (anche del Sud come New Orleans) e gli stati vinti da Joe Biden alle presidenziali del 2020 hanno, invece, già immunizzato il 70 per cento della propria popolazione.

Il 45 per cento degli americani non vaccinati ha dichiarato, secondo quanto riferito da un sondaggio riportato da Voice of America, di non voler ricevere le iniezioni mentre un altro 35 per cento è meno sicuro ma probabilmente non si farà vaccinare. Il 64 per cento dei partecipanti al sondaggio non ritiene, inoltre, che i vaccini siano efficaci contro le varianti, inclusa la Delta mentre l’86 per cento dei vaccinati la pensa diversamente.

Gli Stati Uniti stanno sperimentando un aumento dei casi e delle morti provocate dal Covid-19. Per Rochelle Walensky, a capo dei Centers for Disease Control and Prevention, il Covid-19, come segnalato da The Hill, “sta diventando la pandemia dei non vaccinati“. Il Partito Repubblicano avrebbe potuto raccogliere parte dei frutti di una buona campagna vaccinale facendo immunizzare più persone ma hanno fatto cadere questa opportunità,  politicizzando la pandemia.

Le mosse della Casa Bianca

L’Amministrazione Biden, come ricordato da Scientific American nel corso di un’intervista ad Anthony Fauci, direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases e consigliere del Presidente, non è riuscita nell’obiettivo di vaccinare, almeno parzialmente, il 70 per cento della popolazione americana entro il 4 luglio. Fauci, nell’affrontare il tema, ha ricordato che “anche se l’obiettivo non è stato raggiunto” non c’è alcuna intenzione di interrompere gli sforzi dopo questa data e che “l’unico modo per porre fine a questa pandemia è quello di vaccinare quante più persone possibili”.

Fauci aveva dichiarato, in passato, che l’85 per cento della popolazione americana avrebbe dovuto essere vaccinata per raggiungere un’immunità di gregge in grado di riportare le cose alla normalità. Biden, per riuscirci, è arrivato a mobilitare l’esercito in supporto dei centri vaccinali locali ed ha elargito grandi quantità di fondi federali (circa 20 miliardi di dollari) all’American Rescue Plan. C’è, però, una linea sottile ed invalicabile, quella della persuasione, difficile da “comprare” persino con il denaro.

Gli sforzi fatti in questo ambito devono essere ben calibrati per non fomentare lo scetticismo e Washington ha scelto di affidarsi ai leader delle comunità locali sperando che questi ultimi risultino più convincenti del governo federale. Lo scetticismo nei confronti del vaccino è molto radicato, per una serie di ragioni storiche, tra gli afroamericani. Le istituzioni mediche si sono macchiate di gravi abusi, come la sterilizzazione forzata di donne di colore o la sperimentazione clinica non autorizzata sui corpi di deceduti ed hanno creato ed alimentato un profondo senso di sfiducia da parte dei neri nei loro confronti.

.
Sogni di diventare fotoreporter?
SCOPRI L'ACADEMY