Il nuovo coronavirus non colpisce soltanto i polmoni. Oltre a interessare il sistema respiratorio, il Covid-19 ha dimostrato di essere essere pericoloso per l’intero organismo. I ricercatori ancora non sanno spiegare perché alcune persone si ammalano praticamente senza accorgersene e altre devono fare i conti con sintomi gravissimi. Né sanno dire perché alcuni subiscono danni all’apparato polmonare e altri ancora accusano vari problemi su una buona parte del resto del corpo, dal sistema nervoso alle dita dei piedi passando per il cervello. È un mistero, questo, sul quale i medici stanno cercando di fare luce.

Gli studi si susseguono, ma l’azione del virus desta più di una perplessità. Molto potrebbe dipendere dalle difese immunitarie di ogni singolo individuo ma è presto per avere certezze. In ogni caso, Il Post ha provato a fare il quadro della situazione, analizzando quali parti del corpo sono soggette all’azione del Covid-19 e i disturbi connessi.

Polmoni e respirazione

Fin dall’inizio è stato più volte ripetuto che il nuovo coronavirus si trasmette tramite le goccioline di saliva emesse mentre tossiamo, starnutiamo o parliamo. La principale via di contagio avviene attraverso le alte vie respiratorie, quindi gola e naso. A contatto con le cellule, il virus si riproduce e l’individuo infettato diventa via via sempre più contagioso. Nella maggior parte dei casi i sintomi sono lievi e assomigliano a quelli portati da una semplice influenza: mal di gola, raffreddore, tosse, un po’ di febbre. Ma anche perdita di olfatto e gusto, dolori articolari e mal di testa.

A questo punto le strade sono due: o il sistema immunitario del paziente malato riesce a eliminare il nuovo coronavirus, oppure quest’ultimo prosegue nel suo attacco verso l’organismo, arrivando fino ai polmoni. E qui iniziano i problemi, con polmoniti atipiche e difficoltà respiratorie. Una parte dei pazienti supera autonomamente questa fase; una parte necessita invece di supporti per favorire la respirazione.

Il sistema cardiocircolatorio

Il Covid-19 non interessa tuttavia soltanto i polmoni. Tra le altre parti dell’organismo da tenere sotto controllo troviamo il sistema cardiocircolatorio. Uno studio proveniente da Wuhan ha dimostrato come un quinto di 416 pazienti malati esaminati aveva riportato danni cardiaci.

Ulteriori studi americani hanno evidenziato irregolarità nel battito cardiaco in numerosi soggetti ricoverati, ma anche la presenza di coaguli di sangue all’interno dei vasi sanguigni. Il virus può anche ridurre l’ampiezza degli stessi vasi; da qui l’avvento di forme di ischemia alle dita, ai piedi e alle mani. I sintomi? Gonfiore e dolore alle dita, e talvolta anche danni permanenti ai loro tessuti cellulari.

Reni, cervello e intestino

Attenzione anche alle gravi forme di insufficienza renale. Non si conoscono ancora le modalità, ma è stato rilevato che il Covid-19 riesce, talvolta, anche ad attaccare anche i reni. Capitolo cervello. Ebbene sì: il virus può comportare danni a carico del sistema nervoso centrale (sono stati segnalati infatti casi di encefaliti e ictus). L’agente patogeno può raggiungere pure le parti inferiori del sistema digestivo, provocando episodi di diarrea. Tra gli altri sintomi dobbiamo segnalare congiuntiviti e stress per il fegato. Insomma, in attesa di saperne di più, il nuovo coronavirus è una bomba a orologeria per l’intero organismo.