Raqqa, l’ex capitale dello Stato islamico in Siria, è ora controllata dalle truppe curde e da quelle di Bashar al Assad.

Gli orrori di Daesh sono ormai un ricordo lontano, ma lo spettro del terrorismo continua ad esser presente. In queste immagini, girate lo scorso agosto, i curdi lanciavano l’allarme sul possibile ritorno dell’Isis. Ora questa minaccia è più che mai attuale.

In seguito all’offensiva turca “primavera di pace”, infatti, molti jihadisti sono riusciti a fuggire dalle carceri controllate dalle Sdf ed è tornato l’incubo attentati.

L’allarme lanciato dai curdi ad agosto è passato inascoltato. E oggi ne paghiamo le conseguenze.