Interi quartieri di importanti metropoli europee divenuti in maggioranza islamici, il terrore della diffusione delle idee integraliste nelle periferie d’Europa e non solo. Ed ancora, la Turchia dai mille volti dove Erdogan è da poco eletto presidente ed assume ambigue posizioni sul terrorismo jihadista. Ecco l’Europa dove la minaccia islamista appare ben marcata e pericolosa: un viaggio tra Gran Bretagna, Belgio e Turchia per cercare di carpire quelli che sono i segreti del terrorismo islamico nel vecchio continente.

Ecco il senso del reportage realizzato da Barbara Schiavulli all’inizio del mese di aprile 2014. Un viaggio tra le tante “Europistan” disseminate in giro per il vecchio continente, quando ancora l’Isis appare una minaccia ben più lontana dalla realtà. Da alcuni dei quartieri visitati dalla Schiavulli a Bruxelles, sono poi partiti ad esempio i gruppi che hanno attaccato Parigi e la stessa capitale belga tra il 2015 ed il 2016. Il reportage anticipa quelle che saranno, dopo pochi mesi, le tristi analisi postume agli attentati in grado di sconvolgere l’Europa.

CAPITOLI
  • PARTE 1

    Figli d’Europa

    Abubaker Deghayes ha scoperto che suo figlio era morto su Facebook. Non una chiamata, non un addio, non un momento per prepararsi. Ha acceso il computer e la sua vita è cambiata. Abdullah, nato e cresciuto a Brighton nel Regno...

    Continua a leggere
  • PARTE 2

    Conquisteremo l’Europa

    Londra - "Bin Laden è il nostro eroe. Purtroppo è morto, perché prima o poi tutti si muore, ma la lotta continua anche senza di lui". Le parole di Anjem Choudry sono dure come pietre. Non parla da una qualche...

    Continua a leggere
  • PARTE 3

    Identikit del jihadista

    Sono più di tremila i ragazzi musulmani europei andati a combattere in Siria. Hanno attraversato un processo di radicalizzazione silenziosa tanto che nemmeno i genitori si sono accorti della loro trasformazione. Negli anni '80 e soprattutto '90, esistevano i reclutatori,...

    Continua a leggere
  • PARTE 4

    I pellegrini della morte

    REHYHANLI - Camminano per le strade, affittano case e stanze di albergacci da pochi soldi. Sono negli ospedali o in cliniche clandestine. Bevono tè e caffè nei bar, fumano una sigaretta dietro l'altra sbuffando le loro storie. Qualcuno di loro...

    Continua a leggere

TRASPARENZA

Questo reportage è stato realizzato con il sostegno dei lettori. Qui di seguito tutte le ricevute delle spese sostenute dal reporter