La guerra del Nagorno Karabakh ha lasciato una scia di dolore e rabbia che ha investito i popoli coinvolti nel conflitto. L’Armenia ha accolto con ira l’annuncio delle condizioni di resa. L’Azerbaijan, al contrario, ha salutato la pace con la gioia di chi sa di aver raggiunto un traguardo storico. Nel mezzo la popolazione che soffre di fronte a una guerra che dura da decenni e che sembra non avere ancora la parola “fine”. Migliaia di persone, ogni giorno, piangono i loro caduti