Speranza per il Medioriente

Speranza per il Medioriente

Dopo tot anni vogliamo tornare in Iraq per documentare la situazione dei cristiani. Vogliamo percorrere con voi le tappe del viaggio di Papa Francesco, che sono le stesse dei reportage che abbiamo realizzato grazie a voi dal 2014 sui cristiani cacciati e la guerra all’Isis. Andremo a Mosul, nella chiesa che per primi abbiamo visto al momento della liberazione nella piana di Ninive, dove i cristiani stanno tornando e ricostruendo i loro villaggi con grande difficoltà. Andremo anche ad Erbil per raccontare le condizioni in cui vivono i rifugiati.

201.12€
raccolti di 5000

funding terminato
4%

Dopo aver documentato l’avanzata dell’Isis e la guerra contro il Califfato, nel luglio del 2017 Fausto Biloslavo torna in Iraq per realizzare un reportage sulla fine dello Stato islamico. Mosul, pur se distrutta e quasi rasa al suolo, è adesso libera dai miliziani jihadisti, non sventolano più bandiere nere e i vessilli iracheni tornano ad essere appesi nelle sedi istituzionali. Una vita che prova lentamente a tornare in regioni che per anni hanno visto l’autentico orrore della vita sotto il califfato. Ma non tutto è semplice: interi quartieri non esistono più, molti profughi non si fidano ed ancora non ritornano all’interno delle proprie case. Biloslavo descrive la situazione di vero e proprio limbo in cui versa questa parte dell’Iraq.

 

Dopo aver documentato l’avanzata dell’Isis e la guerra contro il Califfato, nel luglio del 2017 Fausto Biloslavo torna in Iraq per realizzare un reportage sulla fine dello Stato islamico. Mosul, pur se distrutta e quasi rasa al suolo, è adesso libera dai miliziani jihadisti, non sventolano più bandiere nere e i vessilli iracheni tornano ad essere appesi nelle sedi istituzionali. Una vita che prova lentamente a tornare in regioni che per anni hanno visto l’autentico orrore della vita sotto il califfato. Ma non tutto è semplice: interi quartieri non esistono più, molti profughi non si fidano ed ancora non ritornano all’interno delle proprie case. Biloslavo descrive la situazione di vero e proprio limbo in cui versa questa parte dell’Iraq.

IL REPORTAGE VERRÀ REALIZZATO DAFausto Biloslavo

Girare il mondo, sbarcare il lunario scrivendo articoli e la ricerca dell’avventura hanno spinto Fausto Biloslavo a diventare giornalista di guerra. Classe 1961, il suo battesimo del fuoco è un

GUARDA TUTTI I SUOI LAVORI

201.12€
raccolti di 5000

funding terminato
4%