Per la Fondazione Gates è forse la peggiore delle notizie: il leggendario investitore americano Warren Buffett, 90 anni, ha infatti deciso di lasciare i vertici dell’istituzione filantropica più potente del mondo, aprendo scenari piuttosto incerti sul futuro del sodalizio fondato da Bill e Melinda Gates, nel momento peraltro più difficile per la Fondazione dopo il divorzio della celebre coppia annunciato nelle scorse settimane. Come riporta l’agenzia Reuters, Buffett ha dichiarato in una nota di essere stato un “fiduciario inattivo” per anni presso la fondazione, ma ha supportato pienamente l’amministratore delegato Mark Suzman e ha sottolineato i loro obiettivi erano “sincronizzati al 100%”. Non ha tuttavia voluto spiegare il motivo delle dimissioni, pur rimarcando il fatto che ha rinunciato a tutte le cariche di amministratore al di fuori del Berkshire, riducendo il suo carico di lavoro. Il milionario-filantropo ha anche annunciato una nuova donazione di oltre 4,1 miliardi di dollari, comprendente quasi 15,2 milioni di azioni Berkshire Classe “B”, alla Fondazione Gates e a quattro enti di beneficenza, come parte del suo impegno a donare il 99% del suo patrimonio netto. Dal 2006  in poi il magnate ha donato più di 41,5 miliardi di dollari di azioni Berkshire, tra cui 32,7 miliardi di dollari alla Fondazione Gates. 

Dubbi sul futuro della Fondazione Gates

I dubbi sul futuro della fondazione erano emersi, nelle scorse settimane, a seguito dell’annuncio del divorzio fra Bill e Melinda Gates. Come sottolineava il Financial Times, il futuro della fondazione dipende dall’entità dei contributi provenienti dalle loro fortune ora separate, nonché dall’ammontare di ulteriori donazioni da parte di Warren Buffett, amico della coppia e sesto uomo più ricco del mondo dopo Mark Zuckerberg con un patrimonio di 99.6 miliardi di dollari. Secondo il professor Henry Peter dell’Università di Ginevra, “l’ecosistema della fondazione si basa in realtà su soli tre fiduciari”, ha detto, riferendosi a Gates e Buffett. E ora che il milionario ha deciso di uscire di scena, è facile credere che anche la Fondazione Gates potrebbe perdere il primato di fondazione più potente e influente del mondo: nel 1996 Bill Gates sposò la moglie Melinda e nel 2000 lanciarono insieme la Bill & Melinda Gates Foundation, che con con un asset di 50.7 miliardi di dollari è oggi considerata la fondazione più grande del pianeta.

Come riporta sempre il Financial Times, alcuni ex dipendenti e consulenti si stanno chiedendo se l’istituzione che la coppia ha guidato per 21 anni possa continuare nel suo stato attuale alla luce delle ultime notizie: altri sono invece convinti che negli anni abbia costruito le relazioni istituzionali necessarie per andare avanti in ogni caso. Il personale della Fondazione conta ora più di 1.600 persone. In una nota inviata al suo personale, l’amministratore delegato Mark Suzman ha riconosciuto l’incertezza suscitata dalle dimissioni di Buffett. “So che la partenza di Warren solleva interrogativi sulla governance della fondazione. Come ho già detto in precedenza, ho discusso attivamente con lui, Bill e Melinda degli approcci per rafforzare la nostra governance”, ha scritto, promettendo ulteriori dettagli nelle prossime settimane.  Nella stessa nota, Melinda ha affermato di essere “grata per la generosità, la leadership e l’amicizia di Warren”, mentre Bill ha reso omaggio alla sua “amicizia duratura” con il milionario e ha affermato che la fondazione “avrà sempre un profondo senso di responsabilità nei confronti di Warren”.

Epstein, tradimenti e ombre: il divorzio fra Bill e Melinda Gates

Come sottolinea IlGiornale.it, si tratta di un divorzio che era nell’aria da tempo, quello fra Bill e Melinda Gates. Secondo quanto riportato da una fonte anonima citata dalla rivista People, molto vicina alla coppia, ci sarebbero più cause che avrebbero portato Bill e Melinda a separarsi dopo aver passato tanti anni insieme. Secondo quanto è poi emerso nelle settimane successive all’annuncio del clamoroso divorzio, fra le cause della rottura, ci sarebbe un tradimento, o forse più di uno: Bill, infatti, avrebbe avuto una relazione con una giovane cinese, che lavora dal 2015 per la Fondazione Bill e Melinda Gates in qualità di interprete. Secondo altri, invece, fra le cause scatenanti ci sarebbe la “pericolosa” e nota amicizia del fondatore di Microsoft con il magnate-pedofilo Jeffrey Epstein, morto, in circostanze tutt’altro che chiare, il 10 agosto 2019 presso il Metropolitan Correctional Center di New York. Come riportato dal Daily Beast, Gates sperava che l’amico finanziere, molto conosciuto e influente presso l’élite newyorkese e statunitense, potesse aiutarlo nell’impresa di ricevere il Premio Nobel per la Pace, come ha confermato un ex dipendente della Gates Foundation. Le imbarazzanti rivelazioni sulla vita segreta di Bill Gates hanno convinto Warren Buffett ha mollare la Fondazione di famiglia? Difficile credere che l’annuncio delle scorse ore sia completamente slegato da tutto questo.

Sogni di diventare fotoreporter?
SCOPRI L'ACADEMY