Donald Trump riuscirà a vincere le prossime elezioni presidenziali? Difficile dirlo, visto e considerando quanto sta accadendo negli Stati Uniti, tra gli effetti devastanti della pandemia di Covid, le tensioni razziali e sociali e un’economia che tutto sommato ha ricominciato a ruggire dopo settimane complicate.

Facendo le somme, e considerando anche Joe Biden, lo sfidante di The Donald, è difficile prevedere chi sarà il prossimo presidente americano. In ogni caso, il partito Repubblicano ha iniziato a vagliare i possibili eredi del tycoon. Ricordiamo che Trump, anche di fronte a una vittoria, resterebbe in carica altri quattro anni, fino al 2024 e non oltre.

Il problema principale? Il rapporto tra l’attuale inquilino della Casa Bianca e il GOP. Già, perché Donald Trump è un repubblicano molto sui generis, lontano dalle correnti che hanno tradizionalmente attraversato il Republican Party, come ad esempio neocon e centristi vari.

Proprio per questo motivo, secondo quanto riferito da Politico, il partito Repubblicano avrebbe individuato il prossimo jolly da contrapporre ai democratici nella prossima tornata elettorale. Si tratterebbe di Tucker Carlson, autore e commentatore, nonché popolare conduttore dello show politico “Tucker Carlson Tonight” in onda su Fox News dal 2016.

Chi è Tucker Carlson

Carlson, 51 anni, piace a una buona parte del partito Repubblicano, a tal punto che strateghi ed ex funzionari conservatori dell’amministrazione Trump avrebbero iniziato a ronzare intorno al celebre conduttore. Il loro obiettivo? Convincere la stella di Fox News a diventare il leader della prossima generazione di repubblicani.

Anche perché Carlson ha tutti i requisiti per abbracciare il “Trumpism”: nazionalista, anti immigrazione, “America First” in economia e isolazionista in politica estera. Il commentatore, inoltre, piace perché non ha esitato a criticare Trump quando il presidente ha dimostrato di allontanarsi da questo modus operandi.

“Tucker Carlson Tonight” è il programma di notizie via cavo più visto nella storia. Sul canale YouTube di Fox News gli spezzoni di video dell’ultimo trimestre, in cui Carlson si esibiva in varie analisi, hanno attirato circa 60 milioni di visualizzazioni e sono tra i filmati più popolari da quando la rete ha iniziato a pubblicare contenuti sulla piattaforma di streaming.

L’astro nascente Carlson ha scosso il GOP, diviso in due schieramenti contrapposti: da una parte coloro che ritengono Trump e il trumpismo un disallineamento del partito; dall’altra chi strizza l’occhio a The Donald. Una lotta intestina, questa, che sarà ancora più cruenta qualora il tycoon dovesse uscire sconfitto dal confronto con Biden.

Il bivio dei repubblicani

Secondo alcuni analisti, se Biden dovesse spuntarla su Trump e Tucker decidesse di candidarsi per il 2024, allora il conduttore avrebbe ottime chance di essere il candidato prescelto. Resta da capire se il GOP riuscirà a convincere Carlson, il quale – ha dichiarato Sam Nunberg, ex aiutante di Trump – sarebbe “disgustato dai politici”.

Il partito Repubblicano è diviso e attraversato da correnti, ma Carlson piace a una buona fetta dello schieramento. Nel corso dei suoi show, Tucker ha spiegato che l’elezione di Trump nel 2016 non è avvenuta per caso. Al contrario, si sarebbe trattato di una specie di reazione del popolo nei confronti dell’attuale partito Repubblicano, moralmente in bancarotta e ossessionato da plusvalenze e guerre straniere. Recentemente il commentatore ha attaccato i “principi del partito Repubblicano” e perfino Jared Kushner (“Nessuno ha più disprezzo per gli elettori di Donald Trump di Jared Kushner, e nessuno lo esprime più frequentemente”). I fan di Carlson aumentano settimana dopo settimana.

È un momento difficile
STIAMO INSIEME