Vuoi diventare giornalista d'inchiesta?
ULTIMI POSTI

I sottomarini della Royal Navy riprenderanno i pattugliamenti artici a copertura di possibili obiettivi.E’ quanto comunicano da Londra. L’esperienza  – si legge nel comunicato – acquisita con le piattaforme statunitensi, ci conferirà la capacità “under ice” per operare nell’Artico.La formazione con gli equipaggi americani prevede la navigazione sotto il ghiaccio artico e lo sfondamento della superficie. La Royal Navy ha sospeso i pattugliamenti artici nel 2007, dopo che un’esplosione uccise due membri dell’equipaggio del sottomarino classe Trafalgar HMS Tireless, in navigazione sotto la calotta glaciale.Negli anni ’80, Regno Unito e Stati Uniti tracciavano periodicamente sottomarini sovietici nell’Artico.Quella che è definita come “under ice capability” è considerata una priorità operativa per la Royal Navy. L’Artico, infatti, è da sempre una zona cruciale per l’attività marittima civile e militare. I pattugliamenti saranno eseguiti dalla classe Trafalgar ed Astute. Due sottomarini inglesi, HMS Astute e HMS Trenchant, sono al momento in formazione presso la US Navy Ice Camp Sargo, centro di comando temporaneo per le operazioni nella regione artica.

Dacci ancora un minuto del tuo tempo!

Se l’articolo che hai appena letto ti è piaciuto, domandati: se non l’avessi letto qui, avrei potuto leggerlo altrove? Se non ci fosse InsideOver, quante guerre dimenticate dai media rimarrebbero tali? Quante riflessioni sul mondo che ti circonda non potresti fare? Lavoriamo tutti i giorni per fornirti reportage e approfondimenti di qualità in maniera totalmente gratuita. Ma il tipo di giornalismo che facciamo è tutt’altro che “a buon mercato”. Se pensi che valga la pena di incoraggiarci e sostenerci, fallo ora.