La seconda sovvenzione, intitolata ” Comprendere il rischio di comparsa di virus zoonotici negli hotspot di malattie infettive emergenti del sud-est asiatico“, è stata assegnata nell’agosto 2020 e si estende fino al 2025. La proposta, scritta nel 2019, ha toni quasi preveggenti, e si concentra sull’aumento e la distribuzione di risorse in Asia in caso di epidemia di una “malattia infettiva emergente”, riferendosi all’Asia come un possibile hotspot di questo tipo di virus.