Diventa fotoreporter IMPARA DAI PROFESSIONISTI

La Turchia va al voto e per Recep Tayyip Erdogan si tratta di un vero e proprio plebiscito. Sono chiamati al voto oltre 56 milioni di elettori. I seggi sono aperti dalle 8 locali e chiuderanno alle 17. Nove ore per decidere il destino del Paese. I primi risultati arriveranno in tarda serata e adesso tutti si interrogano su cosa avverrà. Ecco quali possono essere i possibili scenari.

1) Erdogan vince al primo turno e l’Akp è primo

Il primo scenario possibile è quello più auspicato dal Sultano e temuto, ovviamente, dai suoi oppositori. E cioè che Erdogan vinca al primo turno e che il suo partito, l’Akp, mantenga la maggioranza in Parlamento. In questo modo, il presidente turco potrebbe avere il pieno controllo dello Stato e consolidare il suo potere dopo 16 anni di protagonismo assoluto della scena politica turca.

Fino a pochi mesi fa, sembrava impossibile che questo scenario non si avverasse. Oggi, invece, le certezze del team di Erdogan sono meno granitiche. L’obiettivo del Reìs resta appunto quello di rimanere tale. Per questo ha anticipato le elezioni. Ma la sua leadership non sembra più intoccabile.

2) Il ballottaggio

Ipotesi non più remota ma, al contrario, molto più realistica di quanto si potesse pensare, è il ballottaggio. Il fronte compatto delle opposizioni potrebbe costringere Erdogan ad andare al secondo turno. E l’indiziato per questa lotta all’ultimo voto è il candidato del Partito repubblicano del popolo (Chp) Muharrem Ince.

Il ballottaggio per Erdogan sarebbe la prova della “sconfitta“, ma anche la possibilità di serrare le fila. E qualora l’Akp non ottenesse la maggioranza parlamentare, Erdogan potrebbe affrontare il secondo turno con il serio rischio di vedere crollare il suo castello.

3) Erdogan presidente ma senza maggioranza

Terzo scenario possibile è che Erdogan vinca le presidenziali ma il suo partito non ottenga la maggioranza in Parlamento. La possibilità di allearsi, ha permesso ai partiti dell’opposizione di affrontare il voto in maniera compatta. E potrebbero strappare molti seggi all’Akp. Il tutto con l’incognita del partito filo-curdo Hdp che, se superasse la soglia del 10%, potrebbe essere determinante nella struttura del futuro organo legislativo.

Naturalmente per Erdogan questo significherebbe rafforzare la propria figura di leader indiscusso, che supera anche il consenso dell’Akp e che unisce altri settori della popolazione. Ma si tradurrebbe anche in un pantano per i suoi obiettivi di riforma. Il Parlamento si opporrebbe in maniera dura ai suoi tentativi di egemonizzazione.

4) Ince vince le presidenziali e l’opposizione ottiene la maggioranza

Quarto possibile scenario è che Erdogan perda la presidenziali e che le opposizioni ottengano la maggioranza in Parlamento. Debacle per il presidente turco che potrebbe anche dire definitivamente addio alla sua volontà di guidare la Turchia.

L’unico sfidante che appare in grado di strappare il trono al Sultano è Muharrem Ince e sembra che l’unico modo possibile sia una vittoria al secondo turno. L’obiettivo di Ince è riuscire ad arrivare al ballottaggio. Se gli riesce arrivando con la maggioranza in Parlamento, le possibilità di vittoria potrebbero aumentare sensibilmente. Un secondo turno in cui potrebbe anche unire i voti dei curdi, che di certo non voteranno mai a favore di Erdogan.

5) Ince presidente ma Akp partito di maggioranza

Uno scenario per certi versi molto pericoloso sarebbe quello di una vittoria di Ince ma di una maggioranza parlamentare in mano al partito di Erdogan. L’Akp dovrebbe coalizzarsi, cosa difficile vista il loro unilateralismo. E il nuovo presidente non potrebbe varare il suo piano di riforme avendo un Parlamento contrario alle sue idee. 

Per la Turchia potrebbe dunque aprirsi una stagione molto complessa. Per certi versi simile allo scenario di una vittoria di Erdogan ma di una sconfitta dell’Akp. La polarizzazione della società turca rischia infatti di creare uno scontro istituzionale terribile ad Ankara. E il rischio di scintille di proteste non può essere accantonato.

.
Sogni di diventare fotoreporter?
SCOPRI L'ACADEMY