Operazioni cibernetiche offensive. Questo l’obiettivo della cooperazione tra la NSA e l’Unità 8200 israeliana.La nuova strategia di cooperazione è stata elaborata durante un incontro tra il capo della NSA, l’ammiraglio Michael Rogers ed i funzionari della sicurezza israeliana. La National Security Agency è incaricata di proteggere la rete informativa e governativa così come tutti i sistemi di comunicazione degli Stati Uniti da possibili attacchi stranieri. L’Unità 8200 svolge ruoli SIGINT (Signal Intelligence, ndr) in tutto il Medio Oriente.La nuova strategia mira ad elaborare procedure difensive e di attacco, con particolare attenzione verso l’Iran e Hezbollah. La collaborazione tra USA ed Israele ha dato vita, ad esempio, al virus Stuxnet che nel 2010 ha colpito il principale reattore nucleare iraniano nel programma “Olympic Games”.La nuova collaborazione informatica offensiva con Israele arriva meno di una settimana dopo che il governo degli Stati Uniti ha formalmente accusato i militari iraniani di intraprendere attacchi informatici contro la rete USA.

Nel campo comunista di Goli Otok
SOSTIENI IL REPORTAGE