Vuoi diventare giornalista d'inchiesta?
ULTIMI POSTI

Il ramo siriano di al-Qaeda in Siria, il fronte al-Nusra, darà il via ad una massiccia offensiva entro le prossime 48 ore.”Abbiamo sconfitto i russi” – dice un portavoce del movimento via Skype all’agenzia AFP – “questo è ormai evidente. Nel giro di 48 ore lanceremo una grande offensiva in Siria.”“I russi si sono ritirati perché stavano sostenendo militarmente un regime ormai al collasso. E mentre il Cremlino annuncia il ritiro del grosso delle truppe dalla Siria, noi annunciamo una grande offensiva che prenderà il via entro le prossime 48 ore. Se non fosse stato per quei maledetti aerei russi, saremmo già a Latakia, cuore della setta alawita di Bashar al-Assad. La Russia ha capito l’inutile sacrificio a sostegno di un regime ormai finito, protetto da un esercito vile e sempre sconfitto sul campo”.Due battaglioni (circa mille soldati russi) resteranno in Siria a difesa di Hemeimeem e Tartus. Le due basi non saranno sguarnite, ma continueranno ad essere operative e protette da carri armati T-90. Il Ministero della Difesa russo precisa che i sistemi a lungo raggio S-400 resteranno operativi sino a data da destinarsi. Il contingente specnaz, infine, continuerà ad essere operativo in Siria.

Dacci ancora un minuto del tuo tempo!

Se l’articolo che hai appena letto ti è piaciuto, domandati: se non l’avessi letto qui, avrei potuto leggerlo altrove? Se non ci fosse InsideOver, quante guerre dimenticate dai media rimarrebbero tali? Quante riflessioni sul mondo che ti circonda non potresti fare? Lavoriamo tutti i giorni per fornirti reportage e approfondimenti di qualità in maniera totalmente gratuita. Ma il tipo di giornalismo che facciamo è tutt’altro che “a buon mercato”. Se pensi che valga la pena di incoraggiarci e sostenerci, fallo ora.