La guerra in Ucraina √® entrata in una fase cruciale. Gli occhi sono puntati soprattutto su Severodonetsk, l’ultima grande citt√† dell’oblast di Lugansk in mano a Kiev. Secondo i report dell’esercito ucraino e secondo quanto dichiarato dal governatore di Lugansk, i russi avrebbero attaccato Severodonetsk da quattro direzioni e il centro urbano sarebbe parzialmente circondato. Tuttavia al momento nessun quartiere risulta caduto, ma stanno aumentando i colpi di artiglieria sulle postazioni di difesa. Impegnati nell’attacco contro la citt√† non sono soltanto i soldati russi, bens√¨ anche i combattenti dell’autoproclamata Repubblica di Lugansk e i ceceni. Lo spettro di una nuova Mariupol a Severodonetsk appare sempre pi√Ļ concreto e il timore di una situazione simile a quella vista nella citt√† affacciata sul Mar d’Azov √® stato rilanciato anche dalle stesse autorit√† di Kiev.



Si combatte anche nell’oblast di Donetsk. I russi avanzano, seppur lentamente, nella strategica area di Popasna, a nord di Donetsk. Mentre poco pi√Ļ a ovest della linea di contatto fissata con gli accordi di Minsk del 2014, le truppe di Mosca stanno bersagliando la localit√† di Avdiyivka. Qui ieri sera √® stata segnalata sui social una situazione molto critica, con comunicazioni fuori uso dopo pesanti raid e con persone costrette a richiedere un’ambulanza anche sui canali Telegram.

A livello politico c’√® da registrare la nuova apertura al dialogo da parte di Mosca, con Kiev per√≤ che non si fida. Nelle scorse ore il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha detto a chiare lettere che “senza il ritiro delle truppe russe dai territori occupati non si potr√† essere alcun cessate il fuoco”. Da Washington il Wall Street Journal ha lanciato l’indiscrezione secondo cui l’amministrazione Joe Biden potrebbe inviare reparti speciali a Kiev per difendere l’ambasciata Usa. Il Pentagono non ha n√© confermato e n√© smentito: “Al momento non abbiamo preso alcuna decisione”, √® stato ribadito in una nota della Difesa Usa.


ūüĒī La diretta:


Ore 22:40 | Zelensky: “Recupero Crimea? Centinaia migliaia di morti”

Riconquistare la Crimea costerebbe all’Ucraina¬†“centinaia di migliaia di morti”. Lo ha dichiarato in videconferenza alla Casa¬†ucraina¬†di Davos il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, secondo quanto riportato da Unian. Il consigliere presidenziale ucraino Oleksiy Arestovych aveva affermato pochi giorni fa che ci fossero le condizioni per liberare la Crimea e le aree del Donbass occupate.


Ore 22:22 | Zelensky: “Guerr√† finir√† solo con nostra vittoria”

“Non abbiamo via d’uscita: la nostra guerra finir√† con la vittoria”. Lo ha affermato il presidente Volodymyr Zelensky in videoconferenza alla Casa¬†ucraina¬†di Davos, citato dall’agenzia Ukrinform. “Ci sar√† la vittoria, perch√© questa √® la nostra terra, il nostro popolo, stiamo combattendo per loro. Paghiamo un prezzo alto, ma ci sar√† sicuramente una vittoria, perch√© semplicemente non c’√® altra via d’uscita”, ha detto Zelensky, rispondendo a chi gli chiedeva come finir√† la guerra della Russia contro l’Ucraina¬†e se spera di firmare un accordo di pace con il presidente russo Putin. “Capisco – ha aggiunto Zelensky – che qualsiasi guerra finisce con la diplomazia, la diplomazia pu√≤ portare alla pace, la pace √® il desiderio di ogni persona normale”. Sottolineando che la guerra “√® una tragedia per tutti”, il presidente ha ricordato per√≤ che non sono stati gli ucraini a iniziarla. “Siamo sulla nostra terra. Non abbiamo nessun posto dove andare, ed √® per questo che siamo forti e uniti, perch√© stiamo combattendo qui e stiamo combattendo per la libert√†. Nessuno vuole dare la propria vita, ma le persone la danno per il futuro”, ha osservato Zelensky.


Ore 22:19 | Zelensky: “Pace si potr√† decidere solo se vedr√† Putin”

Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha dichiarato che solo un suo incontro con il suo omologo russo, Vladimir Putin, pu√≤ porre fine alla guerra. In Russia, ha dichiarato Zelensky in videoconferenza alla Casa¬†ucraina¬†di Davos, “hanno una struttura decisionale statale tale che nessuna decisione pu√≤ essere presa senza di lui. E dobbiamo esserne chiaramente consapevoli. Tutte le loro istituzioni sono legate a un’unica decisione: la decisione del Presidente della Federazione Russa. E se parliamo di una decisione specifica sulla cessazione della guerra, senza di lui questa decisione non ci sar√†”, ha affermato Zelensky, secondo quanto riportato dall’agenzia Unian. “Quindi non si pu√≤ fare a meno di un incontro con il presidente della Federazione Russa”, ha detto Zelensky, “in linea di principio, non accetto alcun incontro con nessun esponente della Federazione Russa, ad eccezione del Presidente della Federazione Russa, e con una sola questione sul tavolo: la fine della guerra, non c’√® altro di cui parlare”.


Ore 22:10 | Kiev libera 24 insediamenti in regione Kharkiv

La controffensiva ucraina nella regione di Kharkiv ha consentito finora la riconquista di 24 insediamenti. Lo riferisce su Facebook il comandante delle forze armate ucraine, Valeriy Zaluzhnyi. Allo stesso tempo tre civili sono stati uccisi dai russi negli insediamenti di Zora, Soledar e Adamivka, nel Donetsk, secondo quanto affermato dal governatore della regione, Pavlo Kyrylenko, citato da Ukrinform.


Ore 21:54 | Zelensky: “Abbiamo diritto a piena assistenza, soprattutto armi”

“Abbiamo il diritto di contare su un’assistenza piena e urgente, soprattutto di armi, se tutti i nostri partner concordano sul fatto che la lotta dell’Ucraina nella guerra contro la Russia √® la protezione dei valori comuni di tutti i Paesi del mondo libero e della nostra libert√† comune”. Lo dichiara su Telegram il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky, ringraziando “tutti quei partner che ci stanno aiutando, fornendoci le armi e le munizioni necessarie”.


Ore 21:27 | Capo Stato Maggiore Usa: “Colloqui con Gerasimov importante e proficuo”

“Importante e proficuo”. Cos√¨ il capo degli Stati Maggiori Riuniti Usa, Mark Milley, ha definito il colloquio avuto nei giorni scorsi con il capo di Stato Maggiore russo, Valery Gerasimov. “Non condivido i contenuti e i dettagli di quella discussione, ma il fatto che sia avvenuto √® importante ed √® stato proficuo”, ha detto Milley durante una conferenza stampa, riferendosi al primo colloquio avuto con Gerasimov dal 24 febbraio, ovvero dall’invasione russa dell’Ucraina.


Ore 21:16 | Sindaco Severodonetsk: “Russi stanno distruggendo tutto”

“I russi stanno ora distruggendo edifici residenziali alla periferia della citt√†”. Lo riferisce il capo dell’amministrazione civile e militare di Severodonetsk, Alexander Stryuk, che in collegamento con il canale televisivo Unian ha riferito sulla situazione nella citt√† della regione di Luhansk. “Durante il giorno una donna √® stata ferita mentre andava a prendere l’acqua. In citt√† le infrastrutture sono distrutte al 90% e tutte le stazioni elettriche sono in varia misura danneggiate”, racconta il sindaco, riferendo che a Severodonetsk¬†ci sono ancora 12-13mila persone.


Ore 21:02 | Nuove restrizioni ai confini in regioni Kiev, Zhytomyr e Rivne

Dal divieto di spostamento di persone e mezzi dalle 22 alle 5 fino a quello di scattare video e foto a strade, infrastrutture e unit√† militari. Sono queste alcune delle restrizioni, valide finch√© sar√† in vigore la legge marziale, introdotte nei distretti di confine delle regioni di¬†Kiev, Zhytomyr e Rivne, nell’Ucraina settentrionale. Oltre al coprifuoco, i residenti di questi territori non potranno andare nei boschi e trasportare qualsiasi arma o mezzo di difesa, senza averne l’autorizzazione. Sar√† vietato anche indossare l’uniforme militare e svolgere una serie di attivit√† ricreative, dal nuoto alla caccia. La lista delle misure √® stata comunicata dal Ministero degli Interni ucraino, che precisa che le restrizioni non si applicheranno ai militari.


Ore 20:47 | Usa: nuovi aiuti militari all’Ucraina anche da Italia

Venti Paesi hanno annunciato nuovi pacchetti di aiuti militari per l’Ucraina. Lo ha reso noto il segretario alla Difesa degli Stati Uniti, Lloyd Austin, al termine di un incontro in formato virtuale con gli alleati volto a coordinare gli armamenti destinati a Kiev. Tra coloro che hanno annunciato nuovi pacchetti ci sono Italia, Danimarca, Grecia, Norvegia e Polonia, ha precisato Austin nel corso di un punto stampa. “Quello odierno √® stato un incontro di grande successo – ha detto – Molti Paesi doneranno munizioni di artiglieria, sistemi di difesa costiera, carri armati e altri veicoli corazzati di fondamentale importanza”. La Danimarca fornir√† un lanciatore di missili antinave Harpoon e la Repubblica Ceca ha donato elicotteri d’attacco, carri armati e sistemi missilistici, ha affermato Austin precisando che Italia, Grecia, Norvegia e Polonia hanno annunciato nuove donazioni di “sistemi di artiglieria e munizioni”.


Ore 20:15 | Kiev: altri 48 soldati russi saranno processati

Altri 48 militari russi saranno processati per crimini di guerra in Ucraina. Lo ha detto la procuratrice generale ucraina, Iryna Venediktova, in collegamento a Davos, ripresa dal Guardian. “Sospetti sono stati segnalati su 49 individui che abbiamo cominciato a perseguire per crimini di guerra”, ha detto la procuratrice, considerando anche il primo soldato russo condannato oggi all’ergastolo da un tribunale di¬†Kiev. Le autorit√† ucraine hanno una lista di circa 600 sospetti per crimini di guerra, di cui due casi che riguardano tre persone sono gi√† approdati in tribunale, ha detto.


Ore 20:06 | Kiev, indagini su oltre 13 mila crimini di guerra

Sono “oltre 13 mila” i casi di presunti crimini di guerra russi in Ucraina su cui indagano le autorit√† ucraine. Lo ha detto al Washington Post la procuratrice generale ucraina Iryna Venediktova, nel giorno in cui a¬†Kiev¬†√® stato condannato all’ergastolo il primo militare di Mosca processato per crimini di guerra.


Ore 19:39 | Mosca schiera altri 2 sistemi di missili S-400 in Crimea

“Secondo le informazioni disponibili, al fine di aumentare il sistema di difesa aerea, il nemico sta schierando due ulteriori divisioni missilistiche antiaeree S-400 nella parte nord-occidentale della Repubblica Autonoma di¬†Crimea¬†temporaneamente occupata”. Lo afferma nel suo ultimo bollettino lo Stato maggiore ucraino, citato da Unian.


Ore 19:10 | Nuovi aiuti militari a Kiev da 20 Paesi

Nuovi aiuti militari all’Ucraina da una ventina dei Paesi che hanno partecipato oggi a Ramstein, in Germania, alla seconda riunione mensile del gruppo di contatto dei Paesi occidentali contro l’aggressione russa: lo ha annunciato il capo del Pentagono Lloyd Austin.


Ore 18:42 | A Mariupol primo processo militari Azovstal

L’esplosione di un ordigno che ieri ha ferito insieme alle sue guardie del corpo Andriy Shevchyk, il sindaco filorusso di Energodar, nel sud-est dell’Ucraina, √® stato un “attacco terroristico” condotto da “elementi nazionalisti” ucraini. Lo ha affermato il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, citato dalla Tass, spiegando che quanto accaduto “obbliga certamente il nostro esercito a essere vigile e compiere passi per evitare che si ripetano questi attacchi”. “Lottare contro questi elementi “√® esattamente lo scopo dell’operazione” militare russa, ha aggiunto.


Ore 18:28 | A Mariupol primo processo militari Azovstal

Si dovrebbe svolgere a¬†Mariupol¬†il primo processo contro i militari ucraini che si sono arresi all’acciaieria Azovstal. Lo ha riferito una fonte a conoscenza dei preparativi per il processo. “Le informazioni preliminari disponibili indicano che il primo processo provvisorio si svolger√† proprio qui a¬†Mariupol“, ha affermato la fonte. Sar√† seguito, secondo gli autori dello statuto del tribunale, da diverse altre fasi, che potrebbero aver luogo in altre localit√†, ha aggiunto.


Ore 17:55 | A Kherson introdotta zona a doppia valuta con rubli e grivnie

La regione di Kherson, nell’Ucraina meridionale, la quale si trova sotto il controllo delle truppe russe, ha introdotto da oggi una zona monetaria a doppia valuta, con grivnie ucraine e rubli russi. Lo ha affermato il governatore della regione di¬†Kherson, Vladimir Saldo, in un videomessaggio pubblicato sul proprio canale Telegram. “Oggi verr√† emesso un decreto che ufficializza l’introduzione della circolazione in doppia valuta sul territorio della regione di¬†Kherson. Ci√≤ significa che tutti i commercianti hanno prima il diritto e poi saranno tenuti a fissare i cartellini dei prezzi in due valute: la grivnia e il rublo russo”, ha dichiarato Saldo. Il governatore ha poi annunciato che nella regione verranno aperte filiali di banche russe, che inizieranno ad accettare richieste di apertura di conti.


Ore 17:34 | Mosca a Brics: “Sviluppare raffinerie congiunte”

Il ministro dell’Industria russo, Denis Manturov, ha invitato i Paesi Brics a creare impianti di raffinazione di petrolio e gas congiunti con la Russia, come anche di cooperare nello sviluppo dell’energia verde. “Ci sono buone opportunit√† per creare joint venture che coprano tutte le nostre esigenze senza la partecipazione di esterni, di partner inaffidabili”, ha detto in un incontro con gli omologhi del gruppo che comprende Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa.


Ore 17:21 | Starbucks lascia la Russia dopo 15 anni

Starbucks Corp lascia il mercato russo dopo quasi 15 anni, unendosi a McDonald’s nel segnare la fine della presenza di alcuni dei principali marchi occidentali nel Paese. Starbucks, con sede a Seattle, ha 130 punti vendita in¬†Russia, interamente posseduti e gestiti dal suo licenziatario Alshaya Group, con quasi 2.000 dipendenti nel paese. All’inizio di marzo, Starbucks ha chiuso i suoi negozi e sospeso tutte le attivit√† commerciali in¬†Russia, compresa la spedizione dei suoi prodotti nel Paese, in seguito all’invasione dell’Ucraina da parte di Mosca.


Ore 16:36 | L’allarme di Kiev: “Mine e ordigni in 80 mila kmq di territorio”

“Oltre 80 mila chilometri quadrati della nostra terra vanno ripuliti da mine e ordigni” abbandonati durante il conflitto in corso con la Russia. Lo ha dichiarato Anatolii Kutsevol, vice sottosegretario dell’Ucraina, nel suo intervento al gruppo di lavoro sull’Ucraina del Comitato europeo delle regioni. “Non c’√® regione in Ucraina che non sia stata colpita dalla distruzione e dalle perdite” causate da “89 giorni di combattimenti” con le forze russe, ha aggiunto il rappresentante del governo di¬†Kiev. “Nelle regioni pi√Ļ colpite il livello di distruzione √® superiore al 70%” degli edifici “e a Mariupol il tasso √® gi√† superiore al 90%”, ha precisato Kutsevol.


Ore 16:13 | Ucraina, 61% cittadini vuole che si armi in massa la popolazione

Il 61% dei cittadini ucraini ritiene che armare in massa la popolazione potrebbe incrementare le capacit√† di difesa del Paese. Il 36% pensa l’esatto contrario. A favore delle armi, sono soprattutto uomini e giovani, il 28% sono donne. E’ il risultato di un sondaggio condotto da Rating, societ√† di indagini demoscopiche.


Ore 15:19 | Capo intelligence Difesa Kiev: “Due mesi fa fallito tentato omicidio Putin”

E’ fallito due mesi fa, poco dopo l’inizio della guerra, un nuovo tentativo di uccidere Vladimir Putin. Lo rende noto il capo del dipartimento di intelligence del Ministero della Difesa ucraino Kyrylo Budanov. “Sono stati diversi gli attentati alla vita del presidente russo – ha sottolineato Budanov – di recente quello ad opera di esponenti caucasici. Non si tratta di informazioni pubbliche ma √® tutto vero”.


Ore 14:59 | Spari contro bus con rifugiati a bordo nell’oblast di Lugansk

Un autobus con a bordo civili da evacuare √® finito nel mirino di alcuni soldati russi nella localit√† di Vrubivka, all’interno dell’oblast di Lugansk. A renderlo noto √® stato il capo dell’amministrazione militare regionale di Lugansk Serhiy Gaidai, cos√¨ come riportato da Ukrinform. Al momento non ci sarebbero feriti.


Ore 14:54 | Si dimette il consigliere russo presso la sede Onu di Ginevra: “Mi vergogno del mio Paese”

Boris Bondarev, diplomatico e consigliere della delegazione russa presso la sede delle Nazioni Unite di Ginevra, ha deciso di rassegnare le dimissioni dal proprio incarico. Il motivo risiede nel disappunto e disaccordo della scelta di Mosca di intervenire in Ucraina: “Non mi sono mai vergognato cos√¨ tanto del mio Paese come dal 24 febbraio scorso”, ha scritto Bondarev nella lettera in cui ha annunciato le dimissioni. La nota √® stata diffusa su Twitter dall’avvocato esperto di diritto internazionale Hillel Neuer, il quale ha sottolineato come Bondarev al momento sia il diplomatico russo di pi√Ļ alto grado ad aver preso posizione contro la guerra in Ucraina.


Ore 14:37 | Onu: “Blocco dei porti ucraini corrisponde a dichiarazione di guerra contro la sicurezza alimentare”

“Non consentire ora l’apertura dei porti dell’Ucraina significa dichiarare guerra alla sicurezza alimentare globale”. Lo ha dichiarato a Davos, dove si sta tenendo l’annuale forum economico, David Beasley, direttore del World Food Program delle Nazioni Unite. “Impedire all’Ucraina di esportare il grano prodotto verso gli altri paesi mette a rischio 400 milioni di persone – ha concluso Beasley – senza contare l’impatto che la guerra potrebbe avere sulla prossima semina in Ucraina”.


Ore 14:32 | Assalto russo nella città di Lyman

Sui social e su Telegram, fonti locali e testimoni parlano di un vero e proprio assalto partito da parte delle forze russe contro le difese ucraine situate all’interno della citt√† di Lyman. Quest’ultima √® l’unica localit√† in mano a Kiev a nord del fiume Severy Donetsk nella zona compresa tra Izyum e il Donbass settentrionale. Si tratta quindi di una cittadina strategica, assediata gi√† da diversi giorni. Nelle prossime ore si sapr√† di pi√Ļ sull’esito della battaglia in corso.


Ore 14:17 | Erdogan: “Adesione di Svezia e Finlandia passa da fatti concreti e non da dichiarazioni diplomatiche”

“Come Paese che ha pagato il prezzo della sua adesione alla Nato, ci aspettiamo misure concrete per la nostra sicurezza, piuttosto che dichiarazioni diplomatiche”. Lo ha dichiarato il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, in alcune dichiarazioni riprese dall’agenzia turca Anadolu. Il riferimento delle sue affermazioni era al riguardo dell’adesione di Finlandia e Svezia alla Nato, per la quale Ankara ha espresso non poche perplessit√† per via dei rapporti tra Stoccolma e i gruppi curdi: “Una politica di allargamento che non tenga conto delle nostre sensibilit√† principali in materia di sicurezza – ha aggiunto – non pu√≤ essere positiva n√© per noi n√© per la Nato”.


Ore 13:34 | Zelensky: “Nel bombardamento di Desna del 17 maggio sono morte 87 persone”

Il 17 maggio scorso si era parlato di un grave attacco russo nella regione settentrionale di Chernihiv e, in particolare, nella localit√† di Desna. Oggi il presidente ucraino Zelensky, parlando a Davos in videoconferenza, ha reso noto che le vittime di quell’attacco sono state 87.


Ore 13:25 | Putin: “Sanzioni? L’economia russa sta reagendo bene”

“L’economia russa resiste abbastanza bene al colpo delle sanzioni”. A dirlo √® stato il presidente russo Vladimir Putin durante l’incontro con l’omologo bielorusso, Aleksandr Lukashenko. “L’economia russa resiste al colpo delle sanzioni, resiste abbastanza bene – ha proseguito Putin – questo √® dimostrato da tutti i principali indicatori macroeconomici”.

“Non tutto √® facile – ha poi proseguito Putin – quello che sta accadendo richiede un’attenzione e degli sforzi speciali da parte del blocco economico del governo, ma nel complesso questi sforzi stanno avendo un effetto positivo”.


Ore 13:01 | Polonia rescinde accordo con Mosca su gasdotto Yamal

Il ministro polacco del Clima, Anna Moskwa, ha dichiarato che il governo polacco ha varato la rescissione sull’accordo intergovernativo stretto con Mosca sul gas nel 1993. Un documento che riguardava in primo luogo il gasdotto Yamal. “L’aggressione della Russia contro l’Ucraina – ha dichiarato Moskwa in una conferenza stampa tenuta a Varsavia – ha confermato l’accuratezza della determinazione del governo polacco per diventare completamente indipendente dal gas russo. Abbiamo sempre saputo che Gazprom non era un partner affidabile”.


Ore 12:22 | Condannato all’ergastolo il sergente Vadim Shishimarin: √® il primo soldato russo a essere accusato di omicidio in Ucraina

Condannato all’ergastolo il sergente Vadim Shishimarin, dichiarato colpevole per l’omicidio di Oleksandr Shelipov, civile disarmato di 62 anni colpito alla testa il 28 febbraio nella localit√† di Chupakhivka, all’interno della regione di Sumy. Shishimarin √® il primo soldato russo a essere condannato in Ucraina. Nei giorni scorsi aveva riconosciuto la sua colpevolezza, chiedendo perdono alla vedova.

Il sergente Vadim Shishimarin durante una fase del processo

Ore 12:02 | Mosca: “Stiamo esaminando il piano di pace italiano”

“Abbiamo ricevuto da poco il piano di pace italiano e lo stiamo valutando”: a dirlo √® stato il vice ministro degli Esteri russo, Andrej Rudenko, rispondendo a una domanda proprio sul documento di pace di quattro punti proposto dall’Italia. Il rappresentante del governo di Mosca ha poi aggiunto che nei prossimi giorni dovrebbe arrivare una risposta da parte del ministero con le proprie controdeduzioni.


Ore 11:51 | Zelensky: “Servono sanzioni massime contro Mosca”

“Servono sanzioni massime contro la Russia. Serve un embargo completo sul petrolio, che tutte le banche russe siano escluse dai sistemi globali e che non ci sia nessun commercio con la Russia”. Lo ha dichiarato, nel corso del suo intervento video con il forum di Davos, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky.


Ore 11:41 | Zelensky interviene in video al Forum di Davos: “Se la forza bruta dominer√† il mondo non ci saranno altre Davos”

“Questo √® il momento in cui si decide se la forza bruta dominer√† il mondo”. Lo ha dichiarato il presidente ucraino Volodymyr Zelensky nel corso del suo intervento in videoconferenza con il Forum di Davos: “Se cos√¨ accadr√† – ha proseguito – non avr√† pi√Ļ senso organizzare raduni come quello di Davos”.


Ore 11:34 | Mosca: “Possibile uno scambio dei prigionieri con i combattenti di Azovstal”

Il viceministro degli Esteri russo, Andrey Rudenko, ha dichiarato su Tass che il governo russo “non esclude la possibilit√† di discutere con Kiev di uno scambio tra prigionieri russi e quelli ucraini catturati ad Azovstal”. Ma se ci√≤, come ha detto nel proseguo delle sue dichiarazioni, “non contraddice il buon senso”


Ore 11:13 | Kiev: “Citare date di ingresso nell’Ue √® come chiudere le porte”

“Crediamo che non sia corretto nominare date sull’ingresso dell’Ucraina in Unione europea. √ą un processo di cui siamo consapevoli, che tra la precandidatura e diventare membro √® un percorso, siamo pronti a questo, ma con questo tipo di messaggi sulle date sembra di chiudere le porte, sembra un fallimento di quanto abbiamo fatto finora, pagando il prezzo pi√Ļ alto per questo”. Lo ha dichiarato il vice ministro degli Esteri dell’Ucraina, Emine Dzhaparova, durante una lectio magistralis per l’inaugurazione del biennio accademico 2021/2023 del Master in giornalismo dell’universit√† Luiss di Roma. Chiaro il riferimento alle dichiarazioni del ministro per gli Affari Europei francese di ieri, in cui si pronosticavano almeno 15 o 20 anni per l’ingresso di Kiev nell’Ue.


Ore 11:05 | Nuovi raid russi anche nella zona di Kryvyi Rih

Sono stati segnalati nuovi bombardamenti nella regione di Kryvyi Rih, all’interno dell’oblast di Dnipro. In particolare, sarebbe stata bersagliata la zona di Apostolove, non lontana dalla citt√† natale del presidente Volodymyr Zelensky, nel sud del Paese.


Ore 10:44 | Kiev: “Bielorussia sta effettuando attivit√† di ricognizione rafforzata al confine”

“Le forze armate bielorusse stanno rafforzando le loro attivit√† di ricognizione e hanno dispiegato unit√† aggiuntive nell’area di confine”: lo si legge nell’ultimo rapporto stilato dall’esercito ucraino. Nei giorni scorsi il governo di Minsk ha deciso per la mobilitazione delle forze speciali dispiegate lungo i propri confini meridionali. Oggi intanto √® previsto un incontro tra il presidente bielorusso Lukashenko e Vladimir Putin.


Ore 10:07 | Kiev: “Russi pressano su Popasna e Severodonetsk”

Nell’ultimo report dell’esercito ucraino, si afferma che le truppe di Mosca stiano proseguendo con le proprie offensive nel Donbass e, in particolare, nei quadranti di Popasna e Severodonetsk. Qui, in particolare, starebbero premendo nella localit√† di Toshkivka, a sud della citt√† al momento nel mirino di Mosca. A Popasna invece, si combatte soprattutto in direzione della cittadina di Oleksandropillya. Battaglie vengono segnalate anche nella zona di Lyman, a est di Izyum.


Ore 9:29 | Nuovo attacco russo nella regione di Sumy

“Le truppe russe hanno colpito nella notte la citt√† di Bilopillya nella regione di Sumy lanciando missili dalla Russia: 11 case sono state danneggiate ma nessuno √® rimasto ucciso”. Lo ha scritto sul proprio canale Telegram il capo militare regionale di Sumy, Dmytro Zhyvytskyi. “Per tutta la notte il nemico ha sparato sulla pacifica citt√† di Bilopillya e dintorni – ha proseguito – i russi hanno sparato missili dal loro territorio e c’√® stato un attacco aereo”.


Ore 9:12 | Esplosioni a Kharkiv

Media locali segnalano che nelle prime ore del mattino diverse esplosioni hanno interessato la città di Kharkiv. Si tratterebbe di nuovi raid russi forse a copertura parziale del ritiro dalle aree a nord della regione che si sta svolgendo in questi giorni dopo la controffensiva ucraina. Al momento non vengono riportate notizie di morti o feriti.


Ore 8:34 | Biden: “Russia deve pagare caro prezzo nel lungo termine”

“La Russia deve pagare un prezzo di lungo termine per aver aggredito l’Ucraina con un’azione che ha lo scopo di distruggere l’identit√† dell’Ucraina”. Lo ha detto il presidente Usa Joe Biden durante la conferenza stampa tenuta a Tokyo con il premier giapponese Fumio Kishida. “√ą il costo di chi vuole cambiare gli assetti con l’uso della forza”, ha concluso Biden.


Ore 7:56 | Governatore Lugansk: “Russi bombardano 24 ore su 24, situazione difficile”

“La situazione si fa sempre pi√Ļ difficile soprattutto a Severodonetsk, dove Mosca bombarda 24 ore su 24”: a dirlo in una nota su Telegram √® stato il governatore dell’oblast di Lugansk, a cui appartiene Severodonetsk, Sergei Gaidai. “Tutte le forze russe – ha aggiunto – sono concentrate nelle regioni di Lugansk e Donetsk”.


Ore 6:15 | Fregata Makarov verso postazioni nel Mar Nero

La fregata russa Admiral Makarov avrebbe lasciato il porto di Sebastopoli, in Crimea, per dirigersi verso le posizioni nel Mar Nero. Lo ha reso noto l’esercito ucraino. Il comando operativo ‘Sud’ ritiene che lo spostamento potrebbe aumentare la probabilit√† di attacchi missilistici contro Odessa e Mykolaiv. La nave Makarov alcuni giorni fa era stata data per affondata.

 

Dacci ancora un minuto del tuo tempo!

Se l‚Äôarticolo che hai appena letto ti √® piaciuto, domandati: se non l‚Äôavessi letto qui, avrei potuto leggerlo altrove? Se non ci fosse InsideOver, quante guerre dimenticate dai media rimarrebbero tali? Quante riflessioni sul mondo che ti circonda non potresti fare? Lavoriamo tutti i giorni per fornirti reportage e approfondimenti di qualit√† in maniera totalmente gratuita. Ma il tipo di giornalismo che facciamo √® tutt‚Äôaltro che ‚Äúa buon mercato‚ÄĚ. Se pensi che valga la pena di incoraggiarci e sostenerci, fallo ora.