Già da tempo, le capacità militari di Hezbollah si sono rivelate ben al di sopra di quelle di un tradizionale gruppo di resistenza armata. Ma per la prima volta, il Partito di Dio, attraverso il War Media Center, ha reso pubblico l’utilizzo di droni d’attacco nella guerra siriana.https://www.youtube.com/watch?v=JAV7DwBfrZI&time_continue=4&app=desktopNel video diffuso, ripreso dalla telecamera del velivolo senza pilota, si vedono tre bersagli colpiti con precisione nei pressi della città di Khalsa, a sud di Aleppo.Secondo quanto riferisce la televisione Press Tv, Hezbollah avrebbe usato questi armamenti anche in precedenza, ma in Libano, per colpire le postazioni dei miliziani del Fronte al Nusra ad Arsal, nella valle della Bekaa.Nell’ottobre del 2012, il movimento di resistenza libanese aveva documentato l’uso di un UAV, Unmanned Aerial Vehicle – in italiano sono chiamati APR, Aeromobile a Pilotaggio Remoto – in territorio israeliano. Il drone non armato aveva volato per ben 55 chilometri nello spazio aereo di Israele, prima di essere abbattuto nel cielo del deserto del Negev.Non c’è dubbio, la tecnologia militare di Hezbollah è in costante miglioramento.

Nel campo comunista di Goli Otok
SOSTIENI IL REPORTAGE