Si è concluso con un totale fallimento il primo lancio di un missile balistico a medio raggio Musudan/ BM-25 della Corea del Nord.Il sistema è stato lanciato dalla costa orientale del paese, esplodendo pochi attimi dopo. Secondo la Corea del Sud che ha monitorato il lancio, il Musudan avrebbe palesato problemi fin nella parte preliminare della prima fase di spinta per una traiettoria anomala rilevata. Il missile potrebbe essere esploso dietro comando diretto del controllo a terra.

Corea del Sud e Stati Uniti, in una nota congiunta, definiscono il lancio di poche ore fa come un totale fallimento, non commentando ulteriormente l’episodio. Precedentemente, i satelliti americani avevano rilevato due missili Musudan schierati su lanciatori mobili nella città portuale orientale di Wonsan. Il secondo missile è ancora ritenuto pronto al lancio.Si è trattato comunque del primo lancio per un missile Musudan, mai testato fino ad oggi.

Secondo una stima approssimativa, il Nord potrebbe averne costruiti 50. Il missile balistico Musudan noto anche come Rodong-B o BM-25 è la copia per impiego terrestre del sistema sovietico SS-N-6 Serb che equipaggiava, durante la guerra fredda, la classe Yankee. Ritirato dai russi negli anni novanta, è ancora in servizio in Corea del Nord ed Iran. Teoricamente, un missile a medio raggio Musadan potrebbe colpire Guam così come le isole Aleutine, nel Pacifico settentrionale.

Come da programma, il lancio è avvenuto nel giorno in cui il Paese celebra il 104° anniversario del fondatore del regime, Kim Il-sung, nonno dell’attuale leader, nato il 15 aprile del 1912. Il “Giorno del Sole” avrebbe dovuto consacrare la mobilità strategica del programma missilistico della Corea del Nord.

Gli stessi TEL (transporter erector launcher) fino ad oggi rilevati, non sono altro che dei mezzi civili riconvertiti grossolanamente per uso militare. Ciò significa che non sarebbero in grado di tollerare l’energia sprigionata da un missile nelle sue primissime fasi e garantirne la stabilità. I lanciatori dei missili KN-08, mostrati al pubblico ma mai testati, sono dei camion riconvertiti per trasportare legname. Il fallimento del test missilistico potrebbe accelerare il quinto test nucleare.

Nel campo comunista di Goli Otok
SOSTIENI IL REPORTAGE