Tangeri, il cimitero dei migranti