Senza categoria /

Il 28 maggio l’Azerbaigian ha festeggiato il 102° anniversario della sua Repubblica Democratica, che nacque, nel 1918, come primo esempio di Stato laico e democratico nell’Oriente musulmano. Sopravvisse solo 23 mesi, fino all’occupazione, il 28 aprile 1920, da parte dell’armata bolscevica, ma furono mesi sufficienti a gettare quelle basi, che sarebbero poi state riprese alla riconquista dell’indipendenza, nel 1991: diritto di voto per le donne, parlamento pluripartitico, e altre iniziative a testimonianza del carattere democratico dello Stato. La Repubblica Democratica dell’Azerbaigian fu caratterizzata da grandi progressi nei settori della costruzione nazionale dell’esercito, l’emissione di moneta nazionale, creazione di una banca nazionale, democratizzazione, elezioni libere, relazioni internazionali e riconoscimento dell’indipendenza dell’Azerbaigian da parte della comunità internazionale, assicurando l’integrità territoriale dello Stato. Nel 1991, con il ripristino dell’indipendenza, si è scelta come data da commemorare proprio il 28 maggio 1918, perché questa Repubblica ha consentito di fondare le basi del sistema di stato.

Nel campo comunista di Goli Otok
SOSTIENI IL REPORTAGE