Sfruttare il metaverso per arruolare nuovi, futuri soldati: è questa l’ultima mossa che sta pensando di compiere l’esercito degli Stati Uniti, chiamato ad adottare tecniche innovative per attrarre le giovani generazioni.

Le forze armate Usa, infatti, devono fare i conti con un “buco” causato dal mancato raggiungimento degli obiettivi prefissati per il reclutamento. Già, perché il servizio ha mancato di tagliare il traguardo fissato per il 2022 di trovare circa 15.000 soldati, restando di fatto a corto di personale. Un altro deficit è previsto per il 2023 e la situazione, soprattutto nel lungo periodo e a causa delle crescenti tensioni internazionali, non lascia tranquille le alte sfere militari statunitensi.

Per invertire la tendenza, in occasione del Geonit Symposium di St. Louis, il tenente generale Maria Gervais ha dichiarato che lo United States Army, e cioè il ramo più grande dell’esercito, deve “sfruttare ambienti di tipo immersivo per espandere la consapevolezza delle numerose opportunità disponibili quando si presta servizio”, specialmente in un ambiente di reclutamento che è “il più duro che sia mai stato dall’inizio della forza di soli volontari 50 anni fa”.

In altre parole, manca il personale e sempre meno giovani sembrano essere attratti dalla divisa. Ragion per cui, al fine di stoppare l’emorragia di reclute, l’esercito potrebbe presto sfruttare tutti i canali possibili. Compreso il metaverso.

La mossa dell’esercito Usa

Il sito Defense News ha scritto che l’esercito Usa è chiamato ad adottare tattiche online ed esplorare mondi virtuali per attrarre le giovani generazioni. Da questo punto di vista, tra le nuove tecnologie più promettenti troviamo, appunto, il metaverso: una soluzione che potrebbe garantire una buona interazione sociale con qualsiasi giovane situato in qualunque parte del Paese.

“Facciamo già alcune cose, ma la nostra portata è estremamente limitata. Dobbiamo migliorare il collegamento con le nostre generazioni più giovani”, ha affermato Gervais. “Il metaverso potrebbe essere un modo per estendere la nostra portata, migliorare la consapevolezza del nostro marchio attraverso il posizionamento di annunci pubblicitari e creare un’esperienza che potrebbe suscitare l’interesse ed espandere la consapevolezza del servizio militare per i nostri giovani”.

Per la cronaca, le ricerche della parola “metaverso” sul motore di ricerca Google hanno raggiunto il picco tra la fine del 2021 e l’inizio del 2022, secondo Google Trends, per poi ridursi. Certo è che le forze armate americane hanno bisogno di una boccata di ossigeno in uno dei loro momenti di reclutamento peggiori della storia.

Attirare le giovani generazioni

L’obiettivo è uno: attirare le nuove generazioni, in modo tale che possano arruolarsi, o almeno interessarsi ai temi trattati dall’esercito. Un’esperienza virtuale potrebbe effettivamente attirare più facilmente la cosiddetta generazione Z e la successiva generazione Alpha, secondo lo stesso Gervais, che in precedenza guidava il team interfunzionale dell’ambiente di addestramento sintetico, incaricato di perfezionare le ultime novità in termini di mappatura e simulazione militare.

Ricordiamo, inoltre, che l’esercito statunitense, all’inizio di quest’anno, ha esteso il suo accordo con Maxar Technologies, specialisti dell’intelligence geospaziale, per lavorare su One World Terrain, un pezzo fondamentale dell’ambiente di addestramento sintetico.

E così, mentre le vecchie generazioni sono state prese di mira con annunci presenti sui media tradizionali, come stampa e televisione, nonché mediante la sensibilizzazione della comunità, d’ora in avanti, giovani e giovanissimi saranno informati con nuovi metodi. Il metaverso è uno dei fronti più caldi.

“Il reclutamento della prossima generazione di soldati e leader richiederà all’esercito di investire nella modernizzazione del modo in cui opera”, ha concluso Gervais. Anche perché i ragazzi, adesso, interagiscono in maniera diversa rispetto al passato e desiderano essere coinvolti con metodi moderni. L’esercito americano è pronto ad adattarsi a questo storico cambiamento sociale.