ZTE lancia la soluzione Premium Video Platform 2.0

ZTE Corporation (0763.HK / 000063.SZ), uno dei principali fornitori internazionali di soluzioni tecnologiche per telecomunicazioni, imprese e consumatori per l’Internet mobile, ha rilasciato la sua soluzione Premium Video Platform 2.0 (PVP2.0).

La Premium Video Platform 2.0, basata già sulle caratteristiche originali della PVP 1.0 “New Experience”, “New Platform” e “New Operation”, e integrata con la funzione “New Ecosystem”,  facilita gli operatori dell’industria video e rende il loro lavoro più attraente.

Con il “New Ecosystem”, la soluzione PVP2.0 può fornire un launcher ATV incentrato sull’operatore, permettendo loro di adottare stili di visualizzazione dei servizi preferiti secondo le necessità. Inoltre, gli utenti possono integrare nuove funzionalità e applicazioni come Google Assistant e Google Ads in modo rapido ed efficace.

La soluzione può fornire ai consumatori nuovissime esperienze “4M”, vale a dire, Manifold UHD, Multi-profilo, Multi-dimensionale e Metaverso. Gli utenti possono vedere video multidimensionali ovunque e in qualsiasi momento grazie a funzioni come multi-viewpoint video,free-viewpoint video, bullet time e VR, e hanno accesso a contenuti UHD tramite i loro account.

ZTE gestisce il suo business video da 20 anni, e ha servito più di 120 operatori in oltre 40 paesi del mondo. Nel 2021, gli abbonati a livello mondiale per i programmi video di ZTE hanno superato i 200 milioni.

In futuro, ZTE si impegna a offrire ai partner del settore, ai consumatori, agli operatori e ai fornitori di servizi, soluzioni video innovative come la Premium Video Platform 2.0.

Dacci ancora un minuto del tuo tempo!

Se l’articolo che hai appena letto ti è piaciuto, domandati: se non l’avessi letto qui, avrei potuto leggerlo altrove? Se non ci fosse InsideOver, quante guerre dimenticate dai media rimarrebbero tali? Quante riflessioni sul mondo che ti circonda non potresti fare? Lavoriamo tutti i giorni per fornirti reportage e approfondimenti di qualità in maniera totalmente gratuita. Ma il tipo di giornalismo che facciamo è tutt’altro che “a buon mercato”. Se pensi che valga la pena di incoraggiarci e sostenerci, fallo ora.