Nato a Casagiove nel 1986, giornalista freelance, ha vinto con i suoi reportage il premio “Reporter contro l’usura”, il premio di giornalismo internazionale “Maria Grazia Cutuli” e quello dedicato a Ivan Bonfanti. Ha realizzato inchieste sulle rivoluzioni in Tunisia ed Egitto, sugli affari della camorra, sulle periferie londinesi, sul conflitto nel Donbass, sul golpe in Burkina Faso, sul mercato africano dell’oro clandestino e sulla crisi venezuelana. Tra i suoi libri: “Visioni Meccaniche” (2011), “Il mio nome è Kurdistan” (2014) e “Ucraina. La guerra che non c’è” (con Andrea Sceresini, 2015).

REPORTAGE

CARICA ALTRO
ARTICOLI






CARICA ALTRO