Una tendenza utile quanto pericolosa che potrebbe vanificare i traguardi ecologici raggiunti dalla Cina. Sempre più cinesi ordinano cibo da asporto affidandosi a una delle tante applicazioni per smartphone che consentono di ricevere i pasti direttamente a casa propria. Comodo per chi vuole evitare di restare intrappolato nel traffico di qualche megalopoli ma al tempo stesso pericoloso per gli effetti che provocherebbe all’ambiente.

Il lato oscuro della comodità

Ricercatori e analisti sottolineano come le app di consegna di cibo stiano facendo annegare la Cina nella plastica. I noodles ordinati dalle persone arrivano a destinazione in una trentina di minuti mentre gli involucri utilizzati per incartarli impiegano centinaia di anni prima di sparire dalla circolazione. Questi contenitori di plastica non necessariamente vengono gettati per terra o nei parchi pubblici; molto spesso finiscono nella spazzatura ma la loro quantità è così grande da causare cortocircuiti al sistema di riciclaggio.

Un sistema di riciclaggio inefficiente

Le applicazioni dedicate al Food Delivery sono aumentate a dismisura e sempre più cinesi le utilizzano con regolarità. Ogni ordine porta con sé contenitori, utensili e borse da asporto: tutti oggetti che devono essere riciclati. Il guaio è che il sistema cinese adibito al riciclaggio non riesce a tenere il passo della crescita esponenziale delle richieste di cibo, con la conseguenza che i rifiuti finiscono nel circuito del riciclaggio irregolare. La maggior parte di questa plastica finisce per essere seppellita in qualche campagna o bruciata assieme al resto della spazzatura, provocando seri danni all’ambiente.

L’ombra della plastica

È vero, il consumo pro capite di plastica in Cina è più basso rispetto a quello degli americani. La differenza, però, è che circa i tre quarti della plastica cinese finisce in discariche gestite in modo inadeguato o, peggio ancora, si accumula all’aperto con il rischio di finire in mare. Non a caso la Cina è il Paese dal quale entra negli oceani più plastica al mondo nonostante i grandissimi sforzi ecologici raggiunti dal Dragone in materia di sostenibilità dell’ambiente ed ecologia.

Numeri record

Meituan è un gruppo cinese che acquista siti web per servizi di consegna di prodotti alimentari a domicilio. Nel corso del 2018 l’azienda ha riferito di aver consegnato ben 6,4 miliardi di ordini alimentari, facendo registrare un + 60% rispetto al 2017. E Meituan è solo una delle tante realtà a cui possono appellarsi i cittadini del Celeste Impero. Per fare un paragone più approfondito basti pensare che, relativamente all’anno passato, il totale degli ordini delle principali app cinesi di cibo takeout ha raggiunto un valore complessivo di 70 miliardi di dollari. Le vendite di cibo online negli Stati Uniti a malapena raggiungeranno i 19 miliardi quest’anno.